La Casa dei Pesci.Recensione

Il libro La casa dei Pesci, scritto da Ilaria De Bernardis e Marco Santarelli,(Palombi Editore) racconta la storia di Paolo “il Pescatore” così è conosciuto Paolo Fanciulli il pescatore di Talamone che fin da ragazzo ha manifestato il suo amore per il mare e l’ambiente.

Una volta iniziato il mestiere di pescatore “artigianale” come tanti abitanti del borgo di Talamone ,Paolo ha potuto vedere con i suoi occhi come la pratica illegale della pesca “a strascico” sotto costa fosse totalmente distruttiva per tutte le forme di vita del mare e come creasse dei danni permanenti.

 Paolo Fanciulli iniziò così la sua “lotta” contro la pesca a strascico incontrando problemi di ogni tipo e mettendo a repentaglio più volte la sua incolumità.

  La sua passione e la sua caparbietà però gli fecero superare tutto riuscendo piano piano a coinvolgere le principali Associazioni Ambientaliste -come il  WWF- nella sua lotta e portando anche le autorità locali e regionali – che prima si mostravano tiepide, nella lotta contro la pratica distruttiva della pesca a strascico illegale.

 Le sue battaglie lo portarono a diventare un simbolo della difesa della natura e molti media di vari Paesi del mondo si interessarono alla battaglia per la difesa del mare dalla pesca a strascico sotto costa, prendendo spesso ispirazione per analoghe battaglie.

La messa in mare di dissuasori di cemento, ha segnato la svolta per questa battaglia ed ai dissuasori di cemento hanno fatto poi seguito la messa in mare di statue di grandi dimensioni realizzate da vari artisti di vari paesi che costituiscono tuttora un grande Museo sommerso davanti la costa di Talamone.

 Il libro sa mostrare la forza di uomo guidato dall’amore per la natura di cui il nostro mare è elemento fondamentale.

  La storia appassionante costituisce uno stimolo ed una fonte di ispirazione per tutti coloro che credono nella forza degli ideali e nella fondamentale importanza di fare di tutto per salvare l’AMBIENTE in cui viviamo e la nostra madre NATURA  con tutti gli esseri viventi che la abitano.

Condividi

Articoli consigliati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *